News

September 10/05/2017

ZOCCAI PRESENTA BUDDY – UN COMPAGNO PREZIOSO

La nuova linea di Zoccai unisce stile, eco sostenibilità e impegno sociale a favore della pet therapy per i bambini malati di leucemia e a favore del WWF.

Ai cani e ai bambini Zoccai, storica azienda orafa thienese, ha dedicato il suo ultimo progetto: “Buddy, un compagno prezioso”.

Si tratta di una collezione in argento 925 e pietre ecologiche di ciondoli, bracciali, anelli e orecchini, un mix perfetto tra stile e giusta causa. Parte del ricavato, infatti, sarà donato a favore della Ulss Pedemontana per pet therapy ai bambini malati di leucemia. Ad ogni animale della collezione è abbinato un colore, che richiama le sue caratteristiche, ma anche valori che diventano buoni sentimenti da indossare o donare: ad esempio al bassotto è associato il verde della tenacia e della perseveranza, al carlino il cristallo cognac dell’equilibrio, al labrador il blu della sensibilità, al jack russell il giallo dell’energia e al maltese il rosa della dolcezza.

Un omaggio al migliore amico dell’uomo, che riproduce le dieci razze più diffuse, compreso “puro amore”, i meticci mai uguali a se stessi che conquistano il cuore. Alla base c’è un grande amore per la natura e un richiamo a valori come il rispetto, la sensibilità e l’attenzione. Per questo oltre ai cani sono stati realizzati sette animali in via di estinzione (progetto in collaborazione con il WWF per tutelare gli animali in via d’estinzione). L’intera linea è stata sviluppata con materiali sostenibili: l’argento 925 proviene dal riutilizzo di materiale di lavorazioni precedenti, la gomma non è nociva per l’ambiente ed è creata con materiali non estrapolati dalla natura, le pietre ricavate dal vetro non impattano l’ambiente e la carta proviene da foreste ecosostenibili.

La storia di Zoccai ha origine nel lontano 1839 e la quinta generazione è pronta a seguire la tradizione di famiglia, tramandata da più di 170 anni, con l’intento di far crescere ulteriormente Zoccai e i suoi gioielli. L’obiettivo di Zoccai è continuare a soddisfare i propri clienti e offrire qualcosa di unico e nuovo ogni stagione per rendere d’avanguardia e di tendenza un bene classico come il gioiello. Zoccai mira a far scoprire alle nuove generazioni l’importanza e il valore intramontabile del gioiello offrendo collezioni per tutti i giusti, per far sì che l’antica arte della gioielleria sia accessibile a tutti. I gioielli da sempre accompagnano e impreziosiscono i momenti chiave della vita e Zoccai vuole contribuire a rendere questi momenti dei ricordi indimenticabili.

— More News from September
September 06/07/2017

ROBERTO COIN: IL LUSSO E’ RESPONSABILE

Il famoso designer e creatore di gioielli presenta la nuova collezione nel segno della responsabilità sociale e di una piccola scaramanzia

Roberto Coin, celebre designer e creatore di gioielli, proprietario del marchio di gioielleria che porta il suo nome, si è distinto negli anni anche per la sua attività a sostegno della responsabilità sociale ed etica delle imprese orafe come testimonia il premio vinto agli International Palladio Award come miglior brand per la Corporate Social Responsibility nell’industria. Tra i fondatori del World Diamond Council, che dà voce ai produttori di diamanti ed è l’interlocutore principale alle Nazioni Unite per certificare che le pietre non provengano da zone in conflitto, Roberto Coin ha fatto del concetto di “lusso responsabile” uno degli obiettivi principali della sua società. Tutti i diamanti che utilizza il marchio nelle sue collezioni sono certificati dal Kimberley Process Certification Scheme, che garantisce la loro provenienza da zone conflict free (nella garanzia e nella fattura di ogni gioiello ci sono alcune righe dedicate alla certificazione della provenienza). La filiera è trasparente, dal Sudafrica o dall’Europa orientale si arriva ai laboratori di Vicenza dove le idee di Coin prendono forma nelle mani di artigiani gioiellieri di grandissima professionalità. Oltre alla sostenibilità e alla responsabilità sociale, Roberto Coin punta sulla capacità di sorprendere. Come l’ultima collezione Sauvage Privé: due anime, una geometrica e una più esuberante che si sposano in una linea pensata per la donna del futuro. Anche questa collezione è firmata da Coin con un piccolo rubino incastonato nel gioiello a contatto con la pelle. Il suo marchio di fabbrica che prende spunto da un’antica credenza egiziana, secondo la quale indossare un rubino garantisca salute, felicità e una lunga vita.

I gioielli di Coin accanto alle quattro C (Carat, Color, Clarity, Cut) che determinano il valore di un diamante, ne aggiungono una quinta: la C di Consciousness, la coscienza (pulita). Gioielli che regalano un sogno (responsabile).

September 06/07/2017

CARLO PALMIERO: GIOIELLI UNICI TRA ARTIGIANLITA’ E INNOVAZIONE

Da Valenza i gioielli Palmiero hanno conquistato il mondo con il perfetto equilibrio tra tradizione e innovazione

Carlo Palmiero, fondatore del brand Palmiero Jewellery Design, rappresenta da oltre trent’anni l’avanguardia artistica per eccellenza nel settore dell’alta gioielleria con uno stile che fonde perfettamente passato e presente, tradizione e creatività. Dal fascino della grande tradizione artigiana di Valenza nasce la passione per la gioielleria di Carlo Palmiero che ha scelto di accentrare la propria produzione proprio a Valenza, mantenendo l’artigianalità di allora con un tocco di innovazione, portando con orgoglio il nome della “sua” città nel mondo.

Andando controtendenza e modificando i canoni della gioielleria classica Palmiero sposta l’attenzione, fin da subito, dal centro all’intero oggetto, dilatando le forme ed espandendo l’attenzione sull’intera superficie del gioiello. Le sue creazioni sono oggetti unici e inimitabili caratterizzati da uno stile ricercato, plastico e inconfondibile. Le collezioni Palmiero hanno origine da una tradizione orafa che da anni realizza pochi pezzi per ogni modello e trovano la loro piena realizzazione nelle pietre preziose, diverse e uniche per la loro purezza, la qualità, la loro varietà cromatica e il taglio. Nella nuova collezione “I gioielli nati dai sogni” Carlo Palmiero diventa l’interprete di sogni di forme che ricordano la natura ma che in natura non esistono e attraverso i suoi gioielli, riesce a dare forma concreta al fascino etereo e onirico di queste visioni.

September 06/07/2017

BE GREEN(ERY), BE GLAM

Il 2017 è l’anno della consacrazione dell’eco-centrismo, del ritorno alla centralità della natura, della sostenibilità e dell’etica

Una tendenza segnata anche da parte di Pantone, l'azienda americana specializzata nella catalogazione dei colori, che ha scelto per quest’anno il Greenery: tonalità fresca, rivitalizzante, simbolo di cambiamento, positività e rigenerazione. Un colore arioso e ossigenante, capace di riavvicinare le persone alla bellezza e alla purezza della natura, che evoca prati, germogli e luoghi all’aperto. Il Greenery oltre ad essere simbolo di cambiamento e rinascita rappresenta anche un invito all’ecologia, all’ambientalismo e alla sostenibilità. Per scegliere la tonalità dell’anno l’istituto monitora e analizza costantemente le tendenze nei mercati industrializzati e la crescente attenzione del pubblico – soprattutto i più giovani e i più evoluti - ai temi dell’ambiente e della sostenibilità, a cui il colore verde è associato sin dagli anni Settanta, ha avuto un peso significativo per l’elezione di Greenery a colore dell’anno.

E’ in atto una vera e propria rivoluzione green che ha investito tutti i settori della creatività dalla moda ai gioielli, dal design alla cosmesi e che al “bello” affianca il “buono”, una sostenibilità fatta di giustizia sociale e di tracciabilità, dalla materia prima al prodotto finito, di materiali naturali, di lavorazioni artigianali. Di riciclo e riutilizzo. L’industria del lusso si sta adeguando nel fare propri criteri di sostenibilità, rispetto dell’ambiente e responsabilità sociale. Il green è sempre più glam e fa bene all’ambiente ma anche al business.

September 06/07/2017

NUOVI MATERIALI PER GIOIELLI INNOVATIVI E GREEN

I designer del gioiello sperimentano sempre più utilizzando nuovi materiali, oppure materiali della quotidianità, meno nobili e preziosi, ai quali regalano utilizzi inediti e una nuova vita nella gioielleria.

E’ il caso ad esempio dell’alluminio, un materiale che risulta difficile da immaginare nella vetrina di un grande gioielliere ma che regala grandi sorprese grazie alla sua malleabilità, che permette di realizzare opere innovative e complesse, raffinate nel design ma di grande resistenza. Straordinari anche i gioielli realizzati in titanio light, uno dei materiali “alternativi” più amati per la sua incredibile leggerezza anche se di difficile lavorazione per il punto di fusione altissimo. Richiedono mani esperti e fine professionalità ma i risultati ripagano. Anche il rame è molto amato dall’alta gioiellieria di ultima generazione, con i suoi contrasti che regalano gioielli incredibili. Infine, il cristallo, il cui uso nell’ambito orafo-gioielliero è assodato da tempo per la sua leggerezza e trasparenza, la novità sta nell’usare questo minerale, caratterizzato da una struttura geometricamente regolare e ripetuta indefinitamente, come base sulla quale incastonare le pietre preziose.

Oltre a platino, oro e argento per la gioielleria ci sono molteplici materiali, alcuni ancora da sperimentare, per dare libero sfogo alla creatività e all’innovazione, con una predilezione per il riutilizzo e il riciclo, per soddisfare i clienti più giovani e più evoluti attenti ai temi dell’eco-sostenibilità. Gioielli innovativi e green.

September 04/07/2017

VICENZAORO SEPTEMBER 2017 – THE JEWELLERY BOUTIQUE SHOW AL VIA DAL 23 AL 27 SETTEMBRE.

LA SOSTENIBILITA’ E’ IL VALORE DELLA FILIERA
“Green Jewellery” è il tema della nuova edizione di VICENZAORO, top player in Europa nel settore orafo-gioielliero. Al Salone saranno presenti più di 1.500 brand di livello mondiale e trend setter del settore.

Il Salone internazionale del Gioiello VICENZAORO, annuncia la nuova edizione di September 2017, che aprirà sabato 23 settembre, con un calendario ricco di novità e appuntamenti.

Nel segno della continuità con il tema cardine per il 2017, legato alla Corporate Social Responsibility nel mondo orafo gioielliero, anche per VICENZAORO September 2017 il fil-rouge sarà “Green Jewellery”, la responsabilità sociale e le politiche di sourcing di tutti i materiali utilizzati nel settore. IEG rinnova, dunque, l’impegno nei confronti di temi rilevanti a sostegno della tracciabilità, del commercio etico, della tutela dell’ambiente, della salvaguardia del diritto-dovere al lavoro e della salute nella filiera del gioiello.

A conferma del suo carattere internazionale, VICENZAORO September 2017 coinvolgerà più di 1.500 brand espositori provenienti da 36 Paesi nel mondo e dai principali distretti orafi italiani, oltre a visitatori, buyer, giornalisti, opinion leader e trend setter dai key market esteri.

Grazie al supporto di ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane), VICENZAORO ospiterà 500 buyer selezionati e profilati dei principali mercati di riferimento e tra questi accoglierà anche una delegazione di 150 retailer italiani curata da Federpreziosi, Federazione nazionale delle imprese orafe gioielliere argentiere orologiaie. Inoltre più di 800 Gold Buyer, selezionati tra i top player del mercato europeo e internazionale, usufruiranno di servizi esclusivi a loro dedicati durante la Manifestazione.

September 12/06/2017

IL CONCORSO DI DESIGN DEL GIOIELLO LANCIATO DA IEG. ARRIVANO DA TUTTO IL MONDO I 22 FINALISTI DI NEXT JENERATION

Il 22 settembre, alla vigilia dell’apertura di VICENZAORO September 2017, saranno annunciati i tre vincitori. Tutti i selezionati esporranno le loro creazioni alla mostra “Gioiello e funzione" al Museo del Gioiello di Vicenza.

Sono stati annunciati i nomi dei 22 finalisti del Concorso Internazionale “Next Jeneration Jewellery Talent Contest”, dedicato a talenti under 30 che potranno esporre le loro creazioni durante la Mostra dedicata al tema del Concorso per il 2017 “Gioiello e Funzione”, che s’inaugurerà a Vicenza in occasione del prossimo VICENZAORO September, in programma dal 23 al 27 Settembre.

Ad ospitare i lavori dei futuri talenti del settore orafo saranno gli spazi, all’interno della Basilica Palladiana di Vicenza, del Museo del Gioiello, diretto da Alba Cappellieri, Docente di Design del Gioiello al Politecnico di Milano e principale studiosa del settore in Italia.
Negli stessi spazi del Museo, il 22 di settembre, tra i 22 finalisti verranno proclamati e premiati i 3 vincitori.

I finalisti sono stati selezionati da una Giuria di prestigio, e provengono da nove paesi diversi: Francia, Italia, Argentina, Germania, Messico, Sud Africa, Cina, Israele e Norvegia.

 

1. Antoine Cousin con Merken - Francia
2. Yulara Casadei con Twi(re)st - Cesenatico, Italia
3. Agostina Issolio con Bubble Ring - Argentina
4. Franziska Hoehne con Identity - Germania
5. Federica Giuseffi con Avvolgimi - Muro Lucano, Potenza, Italia
6. Sofia Silvestri con Silence - Brugherio, Monza Brianza, Italia
7. Cristina Fava con Rifletti-ti - Treviso, Italia
8. Marta Siccardi con Bibi - Pinerolo, Torino, Italia
9. Maria Enrica Barbieri con Bracciale Porta Borsa - Tortona, Alessandria, Italia
10. Jesus Ricardo Peiro Chucuan con Little - Messico
11. Carlotta Di Cerbo con Transformer - Benevento, Italia
12. Rofhima Molaudzi con Head-Ease - Sud Africa
13. Themba Mantshiyo con The Last Cigarette - Sud Africa
14. Marco di Biagio con OMG - Roma, Italia
15. Pamela Cecilia Martello Arana con Reflections of the reality - Messico
16. Isotta Scarpa con Peel Ring - Venezia, Italia
17. Sara Meneghelli con Elipso - Italia
18. Jian Yang con Contact Lens Case - Cina
19. Francesca Di Sabatino con Wearingkey - Genova, Italia
20. Ekaterina Rabey con The Ice Breaker - Israele
21. Wang Qi con Bracelet to walk dog - Cina
22. Kari Ramstad Fjeld con Beequiet - Norvegia

September 10/05/2017

ACQUISTI RECORD PER LA FESTA DELLA MAMMA

Per la Festa della Mamma quest’anno si spenderà come non si è mai fatto. Lo afferma l'indagine annuale di NRF (National Retail Federation) condotta da Prosper Insights & Analytics.

La spesa totale in occasione di questa festività dovrebbe raggiungere i 23,6 miliardi di dollari, il dato più alto in 14 anni di storia del sondaggio, che supera il precedente record dello scorso anno di 21,4 miliardi di dollari. I consumatori sono disposti a spendere mediamente 186 dollari (lo scorso anno la spesa media era di 172  dollari) e i rivenditori sono pronti con una vasta gamma di opzioni regalo e una varietà di promozioni per i loro clienti.

Secondo l’indagine sono i gioielli che fanno registrare la spesa maggiore tra i regali per la Festa della Mamma, per un valore di circa 5 miliardi di dollari (in crescita del 19% rispetto all’anno scorso). Per gite, pranzi e cene la spesa prevista è di circa 4,2 miliardi di dollari; per i fiori 2,5 miliardi di dollari; 2,1 miliardi di dollari per l’abbigliamento; 2 miliardi di dollari per l’elettronica di consumo e 1,9 miliardi di dollari per i servizi alla persona, come ad esempio una day spa.

Alla ricerca del regalo perfetto, il 35% dei consumatori acquista nei grandi magazzini e il 31% fa acquisti presso i negozi specializzati, come fioristi, gioiellerie o negozi di elettronica, mentre il 24% compra in piccoli negozi della propria città. Il 30% degli acquisti avviene online (in crescita del 3% rispetto allo scorso anno). Tra i possessori di smartphone, il 34% fa ricerca di idee regalo sul proprio cellulare, mentre il 19% fa direttamente gli acquisti dal cellulare. Le previsioni di vendita sono rosee, soprattutto per quanto riguarda il nostro comparto, orafo gioielliero.

September 10/05/2017

GIVING IS THE NEW RECEIVING

Sono sempre di più le aziende che al business uniscono un progetto di charity, che donano parte del loro ricavato in progetti solidali. E’ dimostrato che nella scelta tra due marche di pari qualità e prezzo, il 90% dei consumatori americani sceglie il marchio con un anima “filantropica”. 

Secondo uno studio Unilever, il 33% dei consumatori preferisce acquistare marche che dimostrino un’attenzione alla solidarietà e alla eco-sostenibilità. La generazione dei Millennials è particolarmente sensibile, consapevole e attenta ai prodotti che compra e predilige acquisti “solidali”. 

La filantropia funziona molto bene on-line con i siti che hanno un link diretto ai destinatari della beneficenza, che offrono tutte le informazioni utili e spesso mettono i volti dei beneficiari. La solidarietà nei negozi funziona meglio quando i rivenditori invitano i rappresentanti di un singolo o di diversi enti per rispondere alle domande. 

Sono varie le modalità per aderire ad un progetto solidale, altrettante le cause sociali che si possono sposare e tanti i benefici per le aziende.  Ad esempio Joan Hornig, la designer di gioielli del marchio Philanthropy is Beautiful dona in beneficenza (a un ente a scelta dell’acquirente) il 100% dei profitti per ogni pezzo acquistato. Ad oggi, la Fondazione Joan Hornig ha donato più di 1 milione di dollari ad oltre 900 iniziative caritatevoli in tutto il mondo, che si occupano di temi quali l'istruzione, la ricerca medica, i servizi sociali, le arti, i diritti degli animali e la tutela dell'ambiente.

L’azienda Brass & Unity realizza gioielli da bossoli di ottone, devolvendo una parte del ricavato ai veterani di guerra. L’idea di realizzare gioielli dai bossoli è del fondatore Kelsi Sheren, un veterano militare che ha dovuto lasciare l'Afghanistan a causa della sindrome post-traumatica da stress.

La designer di gioielli Lizzy James, in seguito alla sua esperienza personale di lotta al cancro, ha messo a frutto la sua vicenda negativa in un progetto positivo e costruttivo, creando una linea di gioielli versatile e alla moda, che celebra la forza della resilienza che è in ognuno di noi.

NEWS & EVENTS
FIERA DI VICENZA

Via dell'Oreficeria 16
36100 Vicenza, Italy

Tel. +39 (0) 444 969 111

Fax +39 (0) 444 969 000

E-mail: info@vicenzaoro.com

FOLLOW US